torna alla pagina precedente

Centro Culturale Candiani

I FILOSOFI E IL POTERE

novembre 2015 / marzo 2016

a cura di
Associazione Culturale "Nemus"
SFI Societ Filosofica Italiana (sezione di Venezia)
Universit Popolare di Mestre


Il potere come capacit di condizionare uomini da parte di altri uomini, il potere per antonomasia, il potere politico ed un concetto fondamentale della scienza politica. La riflessione sul potere e sui molti concetti affini - autorit, governo, forza, violenza - comincia nel mondo antico, nelle forme di quella che oggi si chiama filosofia politica. Proprio da questa millenaria riflessione filosofica prende le mosse la serie delle conferenze di questanno sul potere.

Nella Politica Aristotele distingue tre tipi di potere: il potere paterno, esercitato dai padri sui figli; il potere padronale, esercitato dai padroni sullo schiavi; il potere politico, esercitato dai governanti sui governati. Potere paterno e padronale possono essere ricondotti al genere comune del potere domestico, esercitato dal capofamiglia sulla casa e sulla sfera dei rapporti privati economici, basati sullo schiavismo. Il potere politico riguarda la distinzione tra le forme dei poteri pubblici: monarchia, aristocrazia, democrazia. (Stefano Maso: prima lezione, 10 novembre 2015).

Nel mondo romano si affermano due ulteriori distinzioni: la superiore influenza o auctoritas attribuita ai pontefici, e il potere in senso stretto o potestas, attribuita al re. Nel mondo cristiano -medievale tutte le distinzioni, quella antica aristotelica e quella romana, tendono a perdersi a seguito della indistinzione tipicamente feudale tra pubblico e privato e a seguito delle pretese dellimpero da un lato e del papato dallaltro di monopolizzare sia il potere spirituale che il potere temporale. (Davide Spanio: seconda lezione, 24 novembre 2015).

Il conflitto fra tradizione e modernit, fra dogma e indagine scientifica, fra controllo religioso e laicit si manifesta nel processo a Galileo. (Ruggero Zanin, lezione del 12 gennaio 2016).

Nel mondo moderno nasce la concezione artificialistica del potere: il potere politico viene concepito come frutto non della socialit umana, inscritta nellordine naturale-divino del mondo, bens di un consenso artificiale, fornito nella forma di un contratto, per mezzo del quale si formerebbero societ e stato, ormai concettualmente distinti. (Ruggero Zanin: lezione su Hobbes e Locke il 26 gennaio 2016).

A partire dalla Rivoluzione francese e con la formazione degli stati moderni il potere inteso come monopolio della forza legittima, o addirittura della violenza legittima. (Lezioni di Giacometti su Hegel il 9 febbraio e su Schmitt il 22 marzo 2016)

Ma il potere non solo politico. Nella lezione di Giuseppe Goisis (15 dicembre 2015) viene affrontata la stretta relazione, elaborata da Bacone, tra sapere e potere, inteso questultimo in senso tecnologico, come possibilit di manipolare la natura piegandola ai progetti di felicit delluomo.

Alberto Madricardo affronta il tema della servit volontaria, della convinzione, cio, che labitudine, il costume e, non da ultimo, lignavia dei sudditi portino allacquiescenza di fronte alla tirannia. (Lezione del primo dicembre 2015). Nella penultima lezione (8 Marzo 2016) Madricardo riprende lo stesso tema, ma attraverso lo sguardo della hegeliana figura fenomenologica della Signoria e servit letta come paradigma esistenziale  da Kojve.

Infine Ornella Doria (Lezione del 23 febbraio) parler della satyagraha, la teoria etico-politica elaborata dal Mahatma Gandhi. Tradotta di solito come resistenza passiva, il significato letterale di satyagraha insistenza per la verit. Tale teoria era alla base della prassi della disobbedienza civile e veniva integrata dallaltro principio, di origine indiana e buddista, dell'ahimsa o non-violenza.

novembre 2015 / marzo 2016  ore 18,00

                          Di seguito le registrazioni audio in formato mp3      

01 10 novembre 2015 Potere ed etica nel mondo antico    - Stefano Maso
02   1 dicembre 2015 De La Botie: Il mistero dellobbedienza - Alberto Madricardo
03 15 dicembre 2015 Bacone: scientia est potentia - Giuseppe Goisis
04 12 gennaio   2016 Il processo a Galileo  - Ruggero Zanin
05  26 gennaio   2016  Lidea di potere tra Hobbes e Locke - Ruggero Zanin
06     9 febbraio   2016 Hegel: La storia e lo Spirito del mondo    - Maria Giacometti
07 23 febbraio  2016 Gandhi: Il potere della satyagraha - Ornella Doria
08   8 marzo     2016  Kojewe: Il filosofo e il tiranno - Alberto Madricardo
09 22 marzo     2016  Schmitt: Imperium - Maria Giacometti

 

torna alla homepage                                  torna alla pagina precedente